Navigation Menu
Borgo Medievale di Pietramelara

Borgo Medievale di Pietramelara

  • Author: admin
  • Date Posted: 21 Dec 2013
  • Category:
  • Address: via Roma, Pietramelara

Si arriva a Pietramelara percorrendo la statale Casilina, che si abbandona all’incrocio con via Izzo,. Appena imboccata via Izzo la strada attraversa le proprietà degli stabilimenti della Ferrarelle.  Si prosegue per la via, lungo il territorio del  comune di Riardo, senza mai lasciare la via imboccata sulla Casilina. Il paesaggio è quello tipico delle colline di Terra di Lavoro: pianure verdi, coltivate, incorniciate dalle montagne della catena del Monte Maggiore.Pietramelara sorge a circa 500 m sul livello del mare e si sviluppa sulle pendici del Monte Maggiore, le stesse pendici su cui si sviluppa Pignataro Maggiore, ma sul versante opposto. Si ha sentore di essere giunti a destinazione appena dopo l’ultima curva, sulla cui sinistra si trovano, uno attaccato all’altra, il cimitero, la chiesa ed una casa di riposo per anziani.  Una serie inquietante di edifici che, letta nel senso opposto, assume una tragica connotazione temporale.

Una piccola rotonda sancisce l’ingresso nel centro cittadino, ricco di belle ville e di tanto verde.

La strada prosegue dritta fino ad un segnale di divieto di accesso, dove si è costretti a girare a destra o a sinistra con l’auto. Un buon posto per parcheggiare e proseguire ancora per poche centinaia di metri a piedi.

Incamminandosi lungo la strada che conduce verso la piazza principale del paese si scorgono, sulla sinistra, dei vicoletti medievali, lungo i quali ci incamminiamo curiosi. Le stradine strette del centro medievale e case le une sulle altre fanno appena penetrare qualche raggio di sole fino al livello della strada.

Sembra vivere in un paese all’ombra, con mura di tufo o pietra calcarea che scomposti a volte si lanciano sul selciato, riducendone il già stretto tracciato. Qui e la qualche casa ri-tinteggiata .Sovente si passa sotto archi così bassi da sentire i passi delle persone che vivono nelle case che li formano. Delle finestre, protette da reti metalliche arrugginite, ricordano di trovarsi in un complesso al cui centro si erige un’antica torre longobarda ed il cui perimetro era dato dalla grande cinta muraria stretta da 12 torri.

Pietramelara fu fondata da Landolfo ed Adenolfo, principi longobardi, nel primo medioevo. Fece parte prima dei possedimenti della badia di Montecassino e, successivamente del feudo della limitrofa Roccaromana. Alla morte di Filippo de Roccaromana, il vasto feudo passò in potere della regia corte non molto tempo dopo lo divise e lo dette in concessione. Quindi Pietramelara, fu data a Eduardo Colonna ed in seguito a Federico Monforte, che fecero abbellire il castello trasformandolo da fortezza in un elegante palazzo. Il 13 Marzo 1496, dopo 15 giorni d’assedio, durante i quali il paese fu messo a ferro e fuoco dagli Aragonesi, perirono i 2/3 degli abitanti mentre i sopravvissuti vennero venduti come schiavi. I vincitori lasciarono libere soltanto sette famiglie che iniziarono la ricostruzione sulle rovine della città distrutta.

Entra

Vuoi includere il tour virtuale sul tuo sito? Copia il codice sottostante ed incollalo in una pagina del tuo sito:

<!--
INIZIO 
 -- inclusione panorama Borgo Medievale di Pietravairano
 -- ricorda di menzionare la fonte http://www.virtualtour.campania.it nel sito in cui usi il panorama virtuale
 -- + non ti costa nulla e dai un incentivo morale a noi per continuare a promuovere il nostro territorio
-->

<iframe src="http://goo.gl/TS7FxM" height="600" width="100%" frameborder="0" scrolling="no">
</iframe>

<!--FINE inclusione panorama Borgo Medievale di Pietravairano-->

Post a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *