Navigation Menu
Rocciano – Giano Vetusto

Rocciano – Giano Vetusto

  • Author: admin
  • Date Posted: 23 Jun 2014
  • Category:
  • Address: Giano Vetusto

Rocciano è stato il primo centro abitativo sorto nel territorio di Giano Vetusto, nella parte più a nord rispetto a dove attualmente sorge il paese, alle falde della catena montuosa preappenninica, conosciuta come Monte Callicola.

Non ci è dato sapere molto circa la sua datazione, le ricerche fanno però presupporre che la sua fondazione sia avvenuta nel corso del IV secolo a.C., quando il culto agreste di Ianus pater non era ancora stato rimpiazzato dal culto, di derivazione greca, di Iuppiter pater.

Infatti il culto tributato al dio bifronte affonda sicuramente le sue radici in credenze religiose preromane e legate inscindibilmente al ciclo stagionale e più propriamente alla difesa dell’agricoltura, spesso minacciata dalle avverse condizioni climatiche. In tal caso, il dio Giano, fungeva da nume protettore del raccolto.

Il suo nome, Rocciano, deriva sicuramente dal latino volgare, probabilmente doveva apparire come Rocca Jani, ovvero una fortezza ubicata sull’alto di una collina, dove i primi abitanti si stanziarono.

Ma chi erano queste persone?
Quel che è certo è che i primi ad abitare quel luogo furono pastori e contadini, che s’impegnarono attivamente per rendere fertile il suolo collinare e far sì che fosse più adatto all’allevamento di ovini e bovini, animali indispensabili per una società che basava su di essa la loro sussistenza.

Secondo studi effettuati, pare, con buone probabilità, che quei cittadini furono Romani. Questo dato sembra essere confermato dal nome che diedero alla valle che li ospitava, la chiamarono infatti Valle Romola (oggi resa, tramite il dialetto, in Vallerommola), dove il chiaro riferimento al mitico fondatore di Roma è evidente.

Il toponimo trova la sua giustificazione in una delle prime esigenze riscontrate dalla popolazione: edificare un tempietto dedicato al culto della divinità cui si sentivano maggiormente legati, il dio Giano.

Esso sorgeva sicuramente in prossimità del nucleo abitativo, posto, come di consuetudine, sulla stradina che vi dava accesso. La sua materiale ubicazione però è tema di un dibattito tuttora aperto, si presume però ragionevolmente che esso fu eretto dove attualmente sorgono le rovine dell’antica chiesa cristiana di san Martino. Si spera quindi che un domani, studi con tecniche all’avanguardia confermeranno o smentiranno definitivamente questa tesi.

Posto all’interno di un “Percorso Panoramico” che si snoda per 2 km all’interno di un sentiero d’incantevole bellezza naturalistica, è possibile accedere a questo antico nucleo abitativo di Giano, oggi purtroppo abbandonato e preda di una fitta vegetazione, che gli conferisce però un’aria spettrale e un fascino irresistibilmente segreto.

Entra

 

Vuoi includere il tour virtuale sul tuo sito? Copia il codice sottostante ed incollalo in una pagina del tuo sito:

<!--
INIZIO 
 -- inclusione panorama Rocciano
 -- ricorda di menzionare la fonte http://www.virtualtour.campania.it nel sito in cui usi il panorama virtuale
 -- + non ti costa nulla e dai un incentivo morale a noi per continuare a promuovere il nostro territorio
-->

<iframe src="http://goo.gl/6e98KG" height="600" width="100%" frameborder="0" scrolling="no">
</iframe>

<!--FINE inclusione panorama Rocciano-->

Post a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *